FLAVORS ORCHARDS – QUANDO SI VIVE IN UN FRUTTETO

di Silvia D’Egidio

Una città che si trasforma in un oasi dell’energia rinnovabile. Un posto immerso nel verde nel quale è possibile passeggiare tra rigogliosi frutteti, coltivare nel proprio giardino il cibo necessario per vivere e soprattutto non dover più ricorrere all’utilizzo di fonti energetiche fossili ed inquinanti. No, non stiamo parlando del paradiso terrestre ma di “Flavors Orchards”, letteralmente “Frutteto dei sapori”, un progetto ideato da Vincent Callebaut architectures e pensato per promuovere uno stile di vita eco-responsabili nella città di Kunning, la capitale della provincia dello Yunnan, sorta nel 1894 e caratterizzata da un clima temperato tutto l’anno: “immaginate di catturare le energie vitali della natura, di coltivare con i vostri vicini l’orto comunitario, e raccogliere i legumi per la cena” spiega Vincent Callebaut, “immaginate di passeggiare in mezzo ai laghetti di recupero delle acque piovane, ricoperti di fiori di loto, in mezzo a giardini sconfinati, e osservare il grazioso movimento delle turbine eoliche”. Ma non è finita qui, perché sarà possibile anche riciclare i rifiuti organici in pozzi di compost nostri producendo fertilizzante naturale. Questo fiabesco complesso residenziale si svilupperà per 9 ettari di un’area industriale dismessa e sarà composto da 45 ville passive ad energia positiva.

Le ville saranno suddivise in tre diverse tipologie. La Mountain assomiglierà ad una enorme conchiglia che si dispiega come un ventaglio cinese a 180 gradi per seguire il percorso del sole. Il suo atrio bagnato di luce è caratterizzato da una grande scala a chiocciola su 4 piani che si articola intorno ad una ascensore centrale. La Shell avrà invece la forma del tradizionale cappello cinese, staccata dal suolo grazie alla presenza di pilastri di acciaio inox, per restringersi verso l’alto con delle turbine eoliche. La Mobius, infine, la cui struttura rappresenta l’infinito, si svilupperà attorno a due cortili, uno acquatico e l’altro vegetale, ricoperta da un tetto verde.

All’interno, tutti i comfort derivanti dalle tecnologie più avanzate dalla regolazione automatica della temperatura sincronizzata con il percorso del sole alle turbine eoliche una rete energetica efficiente, in grado di alimentare anche le auto elettriche, unici veicoli ammessi alla circolazione.

In poche parole, aria pulita, spazi verdi e cibi a chilometro zero in grande quantità.

La sua ambiziosa tenta di frenare l’attuale massiccio esodo verso le campagne in Cina, per l’eccessivo inquinamento.

Pubblicato su megazinedonna.it il 2 gennaio 2015:  http://www.magazinedonna.it/flavors-orchards-il-frutteto-delle-meraviglie/15173

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...